16.jpg

STORIA

 
 

A due passi dal Duomo di Siena

Costruito in stile romanico-gotico, il Duomo di Siena, principale luogo di culto cattolico della cittadina toscana, è una delle chiese più famose d’Italia ed una delle più grandi meraviglie della storia dell’arte di tutti i tempi, scrigno ricolmo di ogni tipo di manufatto artistico. In campo architettonico, pittorico e scultoreo, affascina ogni sorta di visitatore o curioso che si ferma ad ammirarla.

Leggi di più..

 

Permalico:

il soldato che decise di ospitare i pellegrini


Negli anni attorno al 1260 a Siena abitava un bovaro di nomePermalico. Tale personaggio, realmente esistito e di cui esistono tracce negli archivi storici della città, viveva con i prodotti ricavati dai suoi animali la cui stalla era ubicata all'attuale n°4 di via Costa Larga.

Erano anni difficili per la città di Siena, gli anni dell'annosa e drammatica guerra contro la Repubblica di Firenze. Nel 1260 infatti le tensioni fra i due popoli toscani culminarono nella famosa battaglia di Montaperti. Permalico, come buona parte degli uomini di buona salute senesi, prese parte alla battaglia.

Come insegnano i libri di storia, la battaglia di Montaperti fu vinta dai senesi che, seppur in numero minore, riuscirono a mettere in fuga i Fiorentini grazie esclusivamente ad una geniale strategia militare.

Permalico riuscì a sopravvivere e una volta tornato nella sua dimora, a seguito degli orrori visti in Battaglia, decise di cambiare vita e di dedicare la sua vita al servizio del prossimo e alla preghiera facendosi frate.

Trasformò così la sua stalla in una locanda semplice ma accogliente e da quel giorno, fino alla fine dei suoi giorni, si dedicò a dare ristoro ai pellegrini che lungo la via Francigena facevano tappa a Siena per poi raggiungere Roma.

 

 
 

Situato nel territorio della Contrada dell'Aquila

 

Il territorio della Nobile Contrada dell’Aquila è quello dell’Acropoli, definizione dell’area del Duomo data Cesare Brandi, grande storico dell’arte e aquilino. E che noi ci permettiamo di estendere alla zona circostante, da Via del Capitano alla Postierla, dalla chiesa di S. Pietro a Via del Poggio, da  Via di Città alla pendice dei Percennesi e del lato sinistro del Casato di Sotto.

Leggi di più...